Prodotto aggiunto con successo al tuo carrello
Quantità

CHAMPAGNE PERRIER-JOUËT

Guide Bettane et Desseauve 2020 - Domaine noté 3 ★ - Production de Haute Qualité Domaine noté ★ - Stars en devenir ou vigneron de qualité - Guide des Meilleurs Vins de France
17.1/20
Valutato da 600 clienti

Perrier Jouet  nasce nel 1811, ad Epernay. E' l'anno in cui Pierre-Nicolas Perrier, fabbricante di tappi di professione, sposa Adele Jouët. Perrier-Jouët elabora nel 1854 il primo Champagne brut della storia (spinto da suo figlio Charles), ed è anche la prima casa a menzionare il vigneto e l'anno di vendemmia sull'etichetta. Grazie alla sua notorietà, Perrier-Jouët diventa... Leggi di +

Saperne di più

Champagne Perrier-Jouet. Un'infinita storia d'amore...

La maison di Champagne Perrier-Jouët è famosa in tutto il mondo per la sua cuvée Belle Époque, conosciuta anche come Fleur de Champagne negli Stati Uniti. Oggi, lo champagne Perrier-Jouët è la terza cuvée più prestigiosa al mondo. Dietro questo grande marchio ci sono più di due secoli di storia! Perrier-Jouët è stata fondata infatti nel 1811 da una coppia di produttori di tappi di sughero, Pierre-Nicolas-Marie Perrier e Rose Adélaïde Jouët. In principio dunque, una storia d’amore tra due fondatori, che si è confermata più volte nei secoli successivi. Ad esempio, la scelta di Perrier-Jouët come Champagne ufficiale per le nozze principesche di Alberto di Monaco e Charlène Wittstock nel 2011. D’altronde lo champagne è stato spesso associato ad eventi principeschi e reali: nel 1861 Perrier Jouet fu dichiarato fornitore ufficiale della Corte d'Inghilterra dalla regina Vittoria, poi dalle Corti di Svezia e Belgio. Anche Napoleone III e l'imperatrice di Russia Maria d'Assia-Darmstadt erano clienti privilegiati della Casa.

Le origini del Perrier Jouet

A forza di vendere tappi di sughero Pierre-Nicolas-Marie Perrier e Rose Adélaïde Jouët decidono di lanciare il proprio marchio nel 1811. Nel 1813 acquistano i propri locali a Epernay, (a un indirizzo particolarmente azzeccato: 28, avenue de champagne!), dove sono stabiliti tuttora. Il loro successo arriva subito dopo, con la conquista del mercato inglese e americano. Il loro figlio, Charles Perrier-Jouët , continua a sviluppare l’azienda di famiglia: a lui dobbiamo alcune creazioni eccezionali, in particolare il lancio del primo Champagne Brut. Perrier-Jouët è infatti la prima Maison a creare lo Champagne secco (uno Champagne “dry” fatto apposta per piacere agli inglesi), che darà nascita al famoso Champagne Brut nel 1856, nonché alle pruime cuvée millesimate. Nel 1888, lo Champagne Perrier-Jouët diventa il più caro al mondo, registrando nuovi record di prezzi con il leggendario Perrier-Jouët 1874. Nel 1900, Perrier-Jouet ha già spedito più di un milione di bottiglie.

Il Perrier Jouet Belle Epoque

Il design originale degli anemoni della famosissima bottiglia Belle Epoque sono opera del maestro vetraio Emile Gallée, in origine delle magnum disegnate nel 1902 e destinate a contenere cuvée di prestigio. La “Belle Epoque” è stata commercializzata soltanto nel 1969, dopo che nel 1962 la bottiglia dal design originale è stata (fortunatamente!) ritrovata nelle cantine della Casa di Champagne. Una fortunata dimenticanza, quindi! Il successo dello Champagne Belle Epoque fu immediato.

Il vigneto Perrier Jouet

Perrier-Jouët possiede 65 ettari, il 99% dei quali sono classificati quasi esclusivamente come Grands Crus su un terreno omogeneo con quasi 40 ettari di Chardonnay, situato sui Grands Crus di Cramant e Avize. Lo Chardonnay è la firma distintiva dei vigneti di Perrier-Jouët, con una forte presenza di vecchi vitigni (in media 23 anni). Fin dall’inizio, la Maison ha lavorato solo su piccoli volumi con una produzione limitata. I responsabili di cantina sono riusciti a conservare i tesori storici della Maison, come il Perrier-Jouët 1825, il più antico champagne finora esistente.

La gamma di Champagne Perrier Jouet

Perrier-Jouët possiede uno degli Champagne più degustati nel mondo: il Perrier Joeut Grand Brut, composto da: 25 % chardonnay, 35 % pinot noir e 40 % pinot meunier. La Maison è la prima al mondo ad aver creato uno champagne secco.

Cuvées di prestigio

Il Blason Rosé, composto dal 30% chardonnay, 40 % pinot noir e 30 % pinot meunier. Primo Champagne Rosé realizzato da Perrier-Jouët. Il suo nome deriva dalla linea "Blason de France", creata nel 1956. La Belle Epoque, suddivisa in diverse annate: 1982, 1985, 1996, 1998, 2002, 2004, 2006, 2007 composte da: 50 % chardonnay, 45 % pinot noir e 5 % pinot meunier. La Belle Epoque Rosé 2004, 2006 composta da: 40 % chardonnay, 55 % pinot noir e 5 % pinot meunier. La cuvée, assemblata secondo gli stessi segreti di fabbricazione della cuvée Belle Epoque Millésimé, deve il suo colore raffinato e leggermente salmonato alla percentuale di vini rossi provenienti dai cosiddetti blanc de noirs. La Belle Epoque Perrier Joeut Blanc de Blanc 2002, 2004 : questa rara cuvée è realizzata a partire dai chardonnay di due mitiche particelle del vigneto: Bourons Leroy e Bourons du Midi.

Edizioni Limitate

Belle Epoque Edizione Limitata Belle Epoque Rosé Edizione Limitata, di Vik Muniz 2005.