Spedizione in
drapeau Italia Italia
Quantità
Procedi all'acquisto

SANGIOVESE

Il vitigno del prestigioso Chianti italiano e il protagonista dell'AOC Patrimonio della Corsica

Sangiovese

Chiamato anche Nielluccio (Corsica), Brunello.

Il Sangiovese, originario della Toscana, è tra i più importanti vitigni italiani a bacca rossa! Dà vini rossi e rosati. È molto diffuso nel sud Italia e viene utilizzato come monovitigno per produrre il Chianti, il cui successo lo ha reso molto popolare in tutto il mondo: un grande trionfo che si coniuga con quello della cucina italiana. Duro, equilibrato, corposo e con un raffinato bouquet; migliora notevolmente con l'età e, dopo due anni, riceve la menzione di "vecchio". Oltre i 3 anni, il Chianti ha invece diritto alla menzione di "riserva". Si trova anche in Corsica dov'è conosciuto con il nome di Nielluccio e dove cede il suo carattere al Patrimonio AOC. Meno diffuso in altre parti del mondo, si trova anche in Argentina dove, essendo molto sensibile alle variazioni di altitudine, orientazione e clima, può dare vini freschi, leggeri e fruttati o annate potenti, tanniche e strutturate. Nei blend, apporta acidità, struttura e finezza. 

DOVE TROVARLO?
In Francia e nel mondo

Vin français

FRANCIA

- Corsica

Vins du monde

MONDO

- Italia (principalmente)
- Argentina
- Stati Uniti
- Australia

DENOMINAZIONI PRINCIPALI
Vini rossi, vini rosati

Vini rossi Sangiovese

Italia (Chianti, Chianti Classico, Chianti Rufina, Brunello di Montalcino, Rosso di Montalcino, Vino nobile di Montepulciano, Bolgeri)

Francia (AOC Patrimonio)

Italia

DEGUSTIAMO?
Nel bicchiere

vin rouge

VINI ROSSI

In monovitigno, alcuni vini sono fruttati e altri più tannici.

Agli occhi, il colore va da una tonalità media (vino leggero) a una più intensa (vino tannico).

Piacevole al naso: ciliegia e lampone (vino leggero) e una struttura più potente e complessa per vini strutturati: frutti rossi e neri, kirsch, erbe aromatiche e note di vaniglia dovute al passaggio in botte.

Al palato, tannini compatti e decisi, a volte astringenti all'inizio, anche se il vino ha un ottimo potenziale di invecchiamento in cui sviluppa tutta la sua raffinatezza con aromi di tartufo, fiori balsamici, frutta secca, tabacco, cuoio.

Vini rosati Sangiovese

VINI ROSATI

Colore chiaro, profumo fruttato. Fruttato anche al palato, con aromi di frutta con nocciolo (albicocca), di marmellata, di sottobosco, di spezie. Freschezza e leggerezza.

ACCORDI ENOGASTRONOMICI
Il Sangiovese a tavola

Vini rossi Sangiovese

VINI ROSSI

Sangiovese fruttato:

Cucina italiana e piatti tipici mediterranei. Salumi (insaccati corsi). Torte salate, pizza. Grigliate di carne bianca. Formaggi a pasta cotta (comté, parmigiano).

Sangiovese potente:

Carne rossa alla griglia, brasato o carne in salsa di pomodoro (cosciotto d'agnello, sanguinaccio, frattaglie). Verdure ripiene o gratinate. Piatti speziati (Moussaka, tian, tagine, couscous, chili con carne). Per i vini maturi (di oltre 10 anni): selvaggina, anatra, funghi in fricassea; le salse alla panna sono da evitare.

Vini rosati Sangovese

VINI ROSATI

Cucina italiana (pasta, pizza, risotto alle verdure). Grigliate di carne e pesce (frittura, triglie alla griglia, filetto di scorfano, crostacei). Verdure in salamoia. Salumi corsi. Formaggio di capra.

  PER SAPERNE DI PIÙ
Particolarità del Sangiovese

Sangiovese "Sangue di Giove", un vitigno antico?

L'etimologia della parola Sangiovese deriva da "sangue" e "Giove", che significa "sangue di Giove".

Alcuni ipotizzano che questo vitigno fosse conosciuto dai Romani e persino dagli Etruschi che si stabilirono in Toscana già nel IX secolo a.C. Tuttavia, nessuna ricerca scientifica e archeologica conferma la teoria secondo cui il Sangiovese sarebbe uno dei pochi vitigni antichi sopravvissuti. Quel che è certo è che le sue origini sono 100% italiane, il che spiegherebbe la provenienza del suo nome.

Chianti classico, la denominazione più antica del mondo

Questo famoso vino italiano, con la sua caratteristica bottiglia avvolta nella paglia, è famoso in tutto il mondo. Inoltre, questa DOC può ben vantare lo status di denominazione più antica del mondo, per lo meno la DOCG Chianti Classico, che fu delimitata per la prima volta nel 1716 dal Duca Cosimo III de' Medici.

La zona è circondata da aride colline che si estendono tra Siena e Firenze: una splendida regione vinicola toscana, nel cuore storico del Chianti, che merita una visita!

Inoltre, lo vedrete su tutti i tavoli dei ristoranti di Firenze, dove si abbina meravigliosamente alla cucina italiana. In Toscana, il giovane Chianti Classico si beve come un comune vino da tavola.

Oggi il Chianti viene venduto in una classica bottiglia e non ha certo bisogno di trucchi di presentazione per essere apprezzato!

State cercando anche: Sangioveto, Sangiogheto, Sangiveto, sangovieze*, Nielluccio, Nelluciu, Prugnolo gentile di Montepulciano, Brunello, Morellino, Uva abruzzi, Tuccanese, Calabrese.

Il consumo eccessivo di alcol nuoce alla salute, consumalo con moderazione

© 2002-2024 VINATIS