Prodotto aggiunto con successo al tuo carrello
Quantità

CLAIRETTE

Vitigno mediterraneo a bacca bianca presente in una vasta varietà di vini

Clairette

La Clairette è autorizzata in molte denominazioni del sud della Valle del Rodano, della Linguadoca Rossiglione e della Provenza. Predilige i climi caldi e i terreni poveri. Da solo o in blend con altri, questo vitigno viene utilizzato per produrre una vasta varietà di vini: vini bianchi secchi, vini bianchi dolci e vini spumanti. Viene vinificato da solo nelle denominazioni Clairette de Bellegarde (Gard), Clairette du Languedoc (Hérault) e, naturalmente, nella famosa Clairette de Die (secondo il metodo tradizionale, seppur in maniera assai limitata rispetto al Moscato Petits, considerato il re di questo metodo). È il vitigno principale dei Crémants de Die e si combina con molti altri vitigni nei vini bianchi della denominazione.

3 articoli
|
 Mosaico  Dettaglio
0,75 L
56,83 €
1
Disponibile
0,75 L
16,46 € All'unità
12,98 € per 2
-21%
1
Disponibile

Vino Bianco / Francia / Provence-Alpes-Côte d'Azur / Bandol AOC / 13,5 % vol

0,75 L
20,50 €
1
Disponibile
3 articoli
|
 Mosaico  Dettaglio

DOVE TROVARLO?
In Francia e nel Mondo

Vin français clairette

FRANCIA

Valle del Rodano meridionale (Die), Provenza, Linguadoca

DENOMINAZIONI PRINCIPALI
Vini bianchi secchi, vini dolci e vini spumanti

Vins blanc clairette

Clairette de Bellegarde, Bandol, Cassis, Châteuneuf du Pape, Côtes du Rhône, Palette, Côtes de Provence

Vins blancs sucre clairette

Clairette du Languedoc

Vins effervescent clairette

Clairette de Die Brut (metodo tradizionale), Crémant de Die

DEGUSTIAMO?
Nel bicchiere

Vins blanc pinot grigio

VINI BIANCHI SECCHI

Al naso: discreto, di grande finezza, con note fruttate (mela verde, pesca, pompelmo e frutta tropicale) e frutta secca. È un vino caldo, poco acido ma che sa rimanere delicato. Da bere giovane perché una volta aperto si ossida rapidamente.

Vins blancs sucre pinot grigio

VINI DOLCI

Al palato: rotondo e morbido. Al naso: aromi di pesca, albicocca e miele. Alcuni sono conosciuti sotto la denominazione di Rancio (invecchiati per almeno 3 anni in botte) e altri sono vini liquorosi (a base di una forte gradazione alcolica). Aromi di spezie, miele e frutta in confettura. Secchi e corposi, a volte leggermente pastosi, con una piacevole amarezza, tipica di questo vitigno.

Vins effervescent clairette

SPUMANTI

Vinificato secondo il metodo tradizionale (con una seconda fermentazione in bottiglia), questo vitigno offre spumanti con aromi di fiori bianchi, frutta gialla e frutta secca. Si presentano scintillanti, in uno stile morbido e leggero.

ACCORDI ENOGASTRONOMICI
Clairette a tavola

Vins blanc pinot grigio

VINI BIANCHI SECCHI

Verdure primaverili (asparagi, carciofi, piselli...), terrine di verdure, pesci di lago. Carne bianca con panna.

Vins blancs sucre pinot grigio

VINI DOLCI

Aperitivo, foie gras, pollame, piatti dolci-salati come la cucina asiatica. Dessert: Crème brûlée, crostate di frutta bianca o gialla, pan di zenzero.

SPUMANTI

Aperitivo. Antipasti freddi a base di pesce.

PER SAPERNE DI PIÙ
Particolarità della Clairette

Vitigno adatto a vini maderizzati

I vini Clairette si maderizzano molto rapidamente, il che attualmente è considerato un difetto, mentre in passato poteva costituire una qualità ricercata (produzione di Vermouth, Madeira, Sherry).

Maderizzazione, un difetto del vino?

Un vino maderizzato è un vino che genera aromi dal caratteristico sapore del cosiddetto rancio: viene prodotto sotto l'effetto dell'ossidazione, che ne cambia il colore. A seguito di un invecchiamento troppo lungo, di una conservazione troppo lunga in cantina, o di un contatto accidentale con l'aria, il vino si ossida e si trasforma.

Risultato:

- I vini bianchi diventano sensibilmente gialli, mentre i rossi diventano marroni, in Francia sono chiamati "tuilés" (dal francese tuile, "tegola", che ne ricorda il colore).

- Perdono alcol e acidità (freschezza).

- Un tappo di sughero in cattive condizioni la dice lunga sul difetto che viene riscontrato al palato. Si parla quindi di vino ossidato, il cui difetto non è dovuto alla vinificazione ma piuttosto alle condizioni di imbottigliamento e di conservazione.

Per Clairette du Languedoc tutt'altro che difetto

- Tuttavia può essere un effetto ricercato, soprattutto per la Clairette du Languedoc. Il risultato è un vino di colore giallo dorato chiaro, con un'alta gradazione alcolica che evoca il calore del sud. Si trova nel territorio di undici comuni: Aspiran, Adissau, Le Bosc, Cabrières, Ceyras, Fontès, Lieuran, Nizas, Paulhan, Péret, Saint André de Sangonis. Provenienti da uve raccolte a buona maturazione, questo vino deve avere una gradazione pari al 12%. Secco e corposo, a volte leggermente pastoso, con un piacevole gusto amarognolo tipico del vitigno. Alcuni, più rari, aggiungono alla AOC Clairette du Languedoc la denominazione di Rancio; si tratta di vini che hanno subito un invecchiamento naturale di almeno 3 anni e raggiungono il 14% di gradazione alcolica. Sono vini particolarmente apprezzati dagli amanti del vino.

State cercando anche: Clairette, Clairette d'Aspiran, Clairette De Limoux, Clairette De Trans, Clairette Pointue, Clairette Pounchoudo, Clairette verte, Clarette, Clerette, Cleret, Kleret, Klaretto bianko, Kleret, Kleret Belyi, Kleret de Limu, Petit Kleret, Petite Clairette, Blanket, Blanquette, Branquete, Blanquette De Limoux, Blanquette du Midi, Blanquette Velue, Feher Clairette, Feher Kleret, Bon Afrara, Bou Afrara, Blanc Laffite, Colle Musquette, Cotticour, Gaillard blanc, Granolata, Muscade, Osianka, Ousianka, Ovsyaika, Ovsyanka, Petit blanc, Pti Blan d'Obena, Poupe De Gate, Seidentraube, Shalos Zolotistyi, Uva Gijona, Vivsianka, Vivsyanca, Vivsyanka.