Spedizione in
Italia
Quantità
Procedi all'acquisto

Le 4 PrincipaLI classIFICAZIONI
dei vini Bordeaux

Bordeaux inaugura la nozione di classificazione nel 1855 sotto Napoleone III, che da allora diventa sinonimo di qualità e prestigio in tutto il mondo. Il principio dei "Crus Classés" illustra perfettamente la sintesi tra la tipicità di un vigneto (cru) e il lavoro dell'uomo da più generazioni al servizio della qualità.

Va notato che l'assenza di una classificazione non impedisce a una denominazione o a dei vini di essere considerati grandi vini come, ad esempio, nel caso di Pomerol.

Classement 1855

La Classificazione del 1855

La storia

Esposizione universale di Parigi nel 1855: Napoleone III chiede ad ogni regione viticola di stabilire una classificazione. La Camera di Commercio di Bordeaux, creata nel 1705, avvia il progetto per la regione della Gironda.

I criteri

Notorietà dei vini e i loro prezzi di mercato.

Suddivisione

- In questa classificazione sono presenti solo i vini rossi del Médoc, i vini bianchi liquorosi di Sauternes e Barsac e un vino rosso di Graves. 60 crus di Médoc e 1 cru di Pessac-Léognan (Château Haut-Brion) sono suddivisi in cinque categorie:

5 Premiers Crus,
14 Deuxièmes Crus,
14 Troisièmes Crus,
10 Quatrièmes Crus,
18 Cinquièmes Crus.

- Per i bianchi liquorosi - 27 crus delle denominazioni Sauternes et Barsac :1 Premier Cru Supérieur,11 Premiers Crus,15 Deuxièmes Crus.

Un'unica promozione

1973, promozione di Château Mouton Rothschild da 2° Grand Cru Classé al 1° Grand Cru Classé.

Classement des Graves

La Classificazione dei Graves

La storia

Su richiesta del Sindacato per la Difesa della Denominazione Graves, l'Istituto Nazionale delle "appellations d’origine" procede alla classificazione nel 1953.

I criteri

Per comune e per tipologia (rosso o bianco)

Suddivisione

Caratterizzata da un solo livello, senza differenze di qualità, questa classificazione non è mai stata revisionata.

16 crus classés che appartengono tutti all’AOC Pessac-Léognan :7 crus rossi,3 crus bianchi, 6 crus rossi e bianchi.

Château Haut-Brion, è l'unico vino Bordeaux che dispone di due classificazioni: figura infatti sia nel "Classement des Crus Classés de Graves" che in quello dei "Grands Crus Classés" del 1855.

Classement de Saint-Emilion

La Classificazione dei Saint-Émilion

La storia

Su richiesta del Sindacato per la Difesa della Denominazione Saint Emilion, l'Istituto Nazionale delle "appellations d’origine" procede alla classificazione di questa denominazione nel 1954.

Caratteristiche

Il decreto specifica che l' "Institut national des appellations d'origine" (INAO) deve procedere alla revisione di questa classificazione ogni dieci anni. Dal 1954 sono state effettuate 6 classificazioni.

Criteri

La sesta e definitiva classifica, pubblicata il 6 settembre 2012, è il risultato di una nuova procedura, interamente sotto l'autorità dell'INAO, con l'assistenza dei Ministeri dell'Agricoltura e del Consumo.

La classificazione 2012 comprende 82 proprietà: 64 Grands Crus Classé e 18 Premiers Grands Crus Classés.

Classement des Crus Bourgeois du Médoc

La Classificazione dei Crus Bourgeois di Médoc

La storia

1932: I crus bourgeois sono definiti dai giuristi di Bordeaux, sotto l'egida della Camera di Commercio di Bordeaux e della Camera di Agricoltura della Gironda..

I criteri

Qualità e valore dei vini rossi prodotti in una delle otto denominazioni del Médoc: Médoc, Haut-Médoc, Listrac, Moulis, Margaux, Saint-Julien, Pauillac e Saint-Estèphe.

Caratteristiche

La Classificazione è evolutiva: ogni anno dal 2010, la selezione ufficiale viene pubblicata a settembre. Dal Settembre 2012, è il risultato di una nuova procedura, interamente sotto l'autorità dell'INAO, con l'assistenza dei Ministeri dell'Agricoltura e dei Consumatori.

Tra 240 e 260 proprietà, spesso a conduzione familiare, entrano ogni anno a far parte dell'Alliance des Crus Bourgeois, che rappresenta oltre il 40% della produzione del Médoc.

Il consumo eccessivo di alcol nuoce alla salute, consumalo con moderazione

© 2002-2024 VINATIS