Prodotto aggiunto con successo al tuo carrello
Quantità

Se vuoi acquistare i vini di Bordeaux trovi la scelta più ampia del web su Vinatis.it

Su Vinatis, i vini di Bordeaux sono a portata di click!

Con le sue 60 denominazioni, la regione di Bordeaux ospita il vigneto AOC più vasto in Francia. Il vino di Bordeaux beneficia di un saper fare ancestrale, che si unisce al carattere dei terroirs, tutti diversi, e dei millesimi. 🍷Su Vinatis puoi trovare la più bella selezione del web di vino Bordeaux, dai più rari, pregiati e ricercati alle bottiglie dall'ottimo rapporto qualità prezzo.🍷 Non esitare oltre! 

Bordeaux: per acquistare vino a occhi chiusi
Qui nessuna paura di sbagliarti!

I vini di Bordeaux: le denominazioni

Saint Emilion al miglior prezzo su Vinatis

Saint Emilion

Conosciuta a livello mondiale e situata sulla riva destra, la denominazione Saint Emilion offre dei vini rossi generosi, in cui il merlot la fa da padrone. Scopri qui i nostri Saint Emilion e le denominazioni a questa legate. 

Pomerol su Vinatis al miglior prezzo del web

Pomerol

Situata all'est di Bordeaux, comprende circa 800 ettari di terreno. Produttrice di vini rossi, la regione di Pomerol è uno dei gioielli del Bordolese grazie alla qualità e al carattere unico dei suoi vini. 

Médoc

Rappresentativo dei vini di Bordeaux, il Médoc trae vantaggio dalla sua posizione geografica eccezionale. Una denominazione che sa offrire potenza e rotondità con uno stile dritto e puro.

Bordeaux Graves AOC al miglior prezzo su Vinatis

Graves

Regione situata a sud del Médoc e sulla riva sinistra della Gironda, questa denominazione produce dei vini rossi eccellenti incentrati sulla finezza e dei bianchi armoniosi e aromatici. 

Bordeaux Pessac Léognan al miglior prezzo del web !

Pessac-Léognan

Con il suo stile cosi particolare, questa denominazione produce dei vini rossi e bianchi di estrema eleganza. Il più celebre è è lo Château Haut-Brion, l'unico premier cru classé 1855 che non proviene da Médoc. 

Margaux

Margaux è una delle più prestigiose denominazioni del Médoc, oltre che la più vasta in quanto comprende cinque comuni. I vini, tutti rossi a eccezione del Pavillon Blanc del celebre Château Margaux, sono delicati e armoniosi.

Château Lynch Bages
Château Smith Haut Lafitte
Château d’Yquem
Château Lafite Rothschild
Château Haut-Brion
Mouton Cadet
Sauternes al miglior prezzo su Vinatis

SAUTERNES e vini liquorosi

Il Sauternes, considerato come uno dei più grandi vini bianchi liquorosi del mondo, proviene da una zona situata a sud di Graves. Vino sensuale dai colori dorati, dalle note profonde di miele, nocciole e arancia, costituisce un classico vino da fine pasto da degustare da solo o accompagnato da un dessert, oppure come aperitivo o in abbinamento al foie gras. 

Sélection de Crus Bourgeois aux meilleurs prix du net

CRUS BOURGEOIS

Scopri la nostra selezione di vini di Bordeaux Crus Bourgeois, celebre designazione del Médoc che viene assegnata soltanto a vini di alta qualità. Scopri tutta l'eccellenza dei vini di Bordeaux attraverso questi vini dal valore assicurato e dal rapporto qualità prezzo al top!

364 articoli
|
 Mosaico  Dettaglio
0,75 L
7,10 €
1
Disponibile

Vino Rosso / Francia / Bordeaux / Bordeaux AOC / 13 % vol

0,75 L
7,95 €
1
Disponibile
0,75 L
38,90 €
1
Disponibile
0,75 L
17,20 €
1
Disponibile
0,75 L
26,50 €
1
Disponibile
0,75 L
7,90 €
1
Disponibile
0,75 L
6,90 €
1
Disponibile
0,75 L
16,00 €
1
Disponibile
0,75 L
15,90 €
Restano solo 123 bottiglia/e
1
Disponibile

Vino Rosso / Francia / Bordeaux / Castillon - Côtes de Bordeaux AOC / 13,5 % vol

0,75 L
12,50 €
1
Disponibile
0,75 L
11,50 €
1
Disponibile

Vino Rosso / Francia / Bordeaux / Haut-Médoc AOC / 13 % vol

0,75 L
14,90 €
1
Disponibile

Vino Rosso / Francia / Bordeaux / Bordeaux Supérieur AOC / 13,5 % vol / 100% Malbec

0,75 L
19,90 €
1
Disponibile
0,75 L
22,20 €
1
Disponibile
0,75 L
149,95 €
1
Disponibile
364 articoli
|
 Mosaico  Dettaglio

Vino Bordeaux: tra i vini francesi più diffusi

Prodotto nella regione della Nuova Aquitania, a sud-ovest della Francia, il vino di Bordeaux è sicuramente tra i più apprezzati e rinomati al mondo.

La maggior produzione è quella del vino rosso (80%), seguita da quella del vino bianco (20%), sia secchi sia liquorosi. 

Sebbene alcune etichette siano tra le più costose e pregiate a livello internazionale, è interessante sapere che la principale produzione bordolese è quella di buoni vini e a prezzi non così proibitivi come si è soliti pensare.

Un po' di storia

Quando e come sorgono le zone vitivinicole bordolesi più famose?

Nel XVI secolo, di primaria importanza sono i Pontac, rinomata famiglia produttrice di vini potenti e a lunga conservazione presso le tenute Haut-Brion e Pontac. L’abilità della famiglia consistette non solo nella straordinaria e meticolosa produzione di questi prodotti, ma anche nel farli conoscere in Inghilterra.

Ecco che allora altre nobili famiglie e negozianti bordolesi iniziarono a imitarli: gli affari andarono al meglio e i vigneti si estesero sempre di più verso le regioni naturali del Médoc e del Sauternais. Tra i grandi proprietari, menzioniamo i parlamentari Nicolas-Alexandre de Ségur e Montesquieu. Risale a questo momento la nascita delle crus bordolesi.

Nel XVII secolo, significativo è stato inoltre l’impulso di numerosi negozianti inglesi, fiamminghi, tedeschi, russi e irlandesi stabilitisi a Bordeaux, i cui nomi possiamo ritrovare in alcune delle crus odierne più famose: Mouton Rothschild e Lafite Rothschild, Langoa Barton e Léoville Barton, Lynch-Bages e Lynch-Moussas, Cantenac Brown, Prieuré-Lichine, Boyd-Cantenac, Kirwan.

Successivamente, il XIX secolo vide un forte arricchimento dei proprietari e negozianti bordolesi che investirono nella piantazione di ulteriori vigne e che fecero costruire, presso le loro tenute, delle dimore adibite al processo di vinificazione, i cosiddetti châteaux, dotati di cantine e tini.

Di primaria importanza in questo periodo fu inoltre l’inaugurazione della linea ferroviaria Parigi-Bordeaux nel 1853, che permise l’esportazione del vino non solo nella capitale francese, ma anche in Europa del Nord e in America.

Due anni più tardi, per volere di Napoleone III, i vini bordolesi raggiunsero l’Esposizione universale di Parigi del 1855. L’imperatore infatti richiese un sistema di classificazione per i migliori vini bordolesi: la classificazione ufficiale dei vini di Bordeaux, considerata ancor oggi un importante punto di riferimento. I vini rossi classificati venivano dalla regione del Médoc e di Graves; i vini bianchi, da Sauternes  e Barsac

A proposito di classificazioni...

A seconda delle regioni vitivinicole di provenienza e dei crus, esistono diversi sistemi di classificazione dei vini di Bordeaux.

  • Per i vini del Médoc: in occasione dell’Esposizione universale del 1855 è stato definito il primo sistema di classificazione e basato sui Crus Classés che vanno dal primo al quinto.
    • Premiers Crus
    • Deuxième Cru
    • Troisième Cru
    • Quatrième Cru
    • Cinquième Cru

Attualmente fanno parte di questa classificazione un totale di 60 châteaux del Médoc e uno château della Grave.

  • Per i vini della Grave: non si tratta di una vera e propria classificazione, ma piuttosto di una menzione risalente al 1953, quella del Cru Classé, per tutti quei vini che secondo determinati criteri vengono considerati di certo prestigio.
  • Per i vini di Sauternes e Barsac: la classificazione prevede tre crus.
    • Premier Cru Supérieur Classé
    • Premier Cru Classé
    • Deuxième Cru Classé.
  • Per i vini della zona di Saint-Emilion: la classificazione risale al 1954 e include tre crus, di cui la prima prevede un ulteriore suddivisione.
    • Premier Grand Cru Classé
      • A (qualità superiore)
      • B (qualità inferiore)
    • Grand Cru Classé
    • Grand Cru
  • Per i restanti vini, quelli cioè che non rientrano tra i più pregiati: non si tratta di una classificazione, bensì di una menzione, quella del Cru Bourgeois.

Vitigni Bordeaux

La regione bordolese accoglie vitigni di uve sia a bacca bianca sia a bacca rossa.

Sebbene i vini bianchi bordolesi siano meno rinomati dei rossi, degni di nota sono i vini muffati delle zone di Sauternes e Barsac.

Zone geografiche e vigneti Bordeaux

Dove si trovano i vigneti di Bordeaux? Come anticipato sopra, ci troviamo nella regione della Nuova Aquitania e, in particolare, i suoi limiti geografici sono quelli del dipartimento della Gironda.

Nello specifico, essi si trovano distribuiti nelle seguenti zone geografiche:

  • Sulla riva sinistra della Garonna
  • Médoc
  • Graves
  • Sauternais
  • Tra la Garonna e la Dordogna:
  • Entre-deux-Mers
  • Sulla riva destra della Dordogna:
  • Libournais
  • Blayais
  • Bourgeais

Denominazioni di Origine vino Bordeaux
AOC (Appellation d'Origine Contrôlée)

Le principali AOC si trovano nelle seguenti zone:

La zona più conosciuta è sicuramente quella del Médoc. In particolare, è bene distinguere l'AOC Médoc, a nord della regione, e a sud l'AOC Haut-Médoc, che a sua volta include alcune delle AOC più rinomate (St-EstèphePauillac, St-Julien e Margaux).

In quest'area i vitigni più diffusi sono il Merlot, il Cabernet Sauvignon e il Cabernet Franc, e si producono famosi vini quali:

  • Cru Bourgeois (a St-Estèphe)
  • Alcuni Premier Cru classé quali Château Mouton-Rothschild, Château Latour e Château Lafite-Rotschild (a Pauillac)
  • Crus Classés e altri Cru Bourgeois (a St-Julien).

Proseguendo verso sud, troviamo la regione di Graves, dove famosa è l'AOC di Pessac-Léognan e la produzione di vino bianco di vitigni Sémillon e Sauvignon Blanc. Da queste parti il terreno è caratterizzato da una massiccia presenza di resti alluvionali, quali ciottoli e detriti, i quali rendono più caldo il terreno di coltivazione dell'uva.

A sud delle Graves troviamo invece le denominazioni di Sauternes e Barsac. Ciò che le rende famose è la produzione, probabilmente la più nota di Bordeaux e conosciuta a livello mondiale, dei vini dolci e muffati, prodotti da uve attaccate dalla nota muffa nobile.

Spostandoci verso est della regione di Bordeaux, si trova Saint-Emilion, famoso per i suoi vini rossi da uve Merlot, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Malbec.

L'ultima zona degna di nota, ma non per questo meno importante (anzi...), è quella del Pomerol. Non grandissima, ma tra le più rinomate della regione bordolese, l'AOC Pomerol è conosciuta per i suoi vini rossi dei vitigni Merlot e Cabernet Franc.

Altre AOC minori, ma comunque culle di vini di grande qualità sono:

  • AOC Entre-Deux-Mers
  • AOC di Cérons
  • AOC Loupiac
  • AOC Ste-Croix-du Mont
  • AOC Côtes de Bourg
  • AOC Côtes de Blaye
  • AOC Fronsac
  • AOC Canon-Fronsac

Come conservare il vino Bordeaux?
Modalità e tempi di conservazione

Come conservare il vino? Una buona parte dei vini di Bordeaux sono da classificarsi come vini da bere rapidamente, soprattutto il vino in bag-in-box, i rosé, gli Entre-deux-mers, i Crémant de Bordeaux e la maggior parte dei vini bianchi. Tuttavia, i vini delle denominazioni di origine del Médoc, Graves, Sauternais e Libournais sono dei vini con una grande capacità di invecchiamento. Questi vini infatti non solo ammettono una lunga conservazione, ma è proprio grazie all'invecchiamento che ne deriva che questi raggiungono una particolare piacevolezza gustativa.

I migliori produttori bordolesi danno inizio a suddetto processo di maturazione nelle botti, ancor prima dell'imbottigliamento. Invece per quanto riguarda la maturazione del vino già in bottiglia, affinché la conservazione vada al meglio, deve realizzarsi in un luogo al riparo dalla luce, dotato di un'umidità e temperatura più o meno costanti, privo di vibrazioni e con le bottiglie collocate in posizione orizzontale, in modo da mantenere il tappo in continuo contatto con il vino. L'ideale è una cantina sotterranea, completamente al buio, con un'umidità al 70/80% (perché i tappi non si secchino), dove ci sia fresco tutto l'anno (con una temperatura tra i 10° e i 14°).

Il potenziale di conservazione dei vini di Bordeaux dipende da una serie di fattori: le tenute (gli châteaux), le annate e le denominazioni. Analizziamo brevemente i principali periodi richiesti per ciascuna tipologia e provenienza di vino di Bordeaux.

  • Vini Bordeaux rossi generici: da 2 a 5 anni
  • Vini del Blayais, Bourgeais, Sainte-Foy: da 3 a 7 anni
  • Vini di Saint-Émilion (Lussac, Montagne, Puisseguin e Saint-Georges): da 4 a 9 anni
  • Vini Bordeaux-Supérieur, Fronsac, Canon-Fronsac, Lalande-de-Pomerol, Francs e Castillon: da 5 a 10 anni
  • Vini del Médoc: da 6 a 15 anni
  • Vini dell'Haut-Médoc, Listrac, Moulis e Graves rossi: da 7 a 15 anni
  • Vini Pessac-Léognan rossi, Saint-Émilion, Saint-Émilion Grand Cru e Pomerol da 6 a 20 anni
  • Vini Margaux, Pauillac, Saint-Julien, Saint-Estèphe: da 10 a 20 anni o più
  • Vini Bordeaux bianchi secchi e dolci: entro l'anno o da 2 a 3 anni massimo (salvo i Graves e i Pessac-Léognan bianchi, fino a 10 o 12 anni)
  • Vini liquorosi Loupiac, Cérons, Cadillac, Saint-Croix-du-Mont: oltre 10 anni
  • Vini liquorosi Barsac e Sauternes: 20 anni, i migliori fino a oltre un secolo!!

Per i vini a così lunga conservazione come questi ultimi, vengono scelti tappi particolarmente lunghi ed è necessario cambiarli ogni 25 anni.

Come servire il vino Bordeaux a tavola?

Come servire il vino a tavola? Questo è uno dei grandi interrogativi che sorgono quando ci si trova davanti a una nuova bottiglia di vino. In questo paragrafo vi illusteremo in che modo deve essere servito il vino Bordeaux, fornendovi alcuni suggerimenti circa l'ordine di degustazione (se prima bianchi o rossi, secchi o dolci, giovani o vecchi), le temperatura ottimali, l'uso della caraffa e il cibo da accompagnare.

Premettendo che ciascun palato può sempre apprezzare un ordine piuttosto che un altro, le convenzioni di servizio sono di servire il bianco prima del rosso, i leggeri prima dei pieni, i secchi prima dei dolci, i giovani prima dei vecchi.

Un altro elemento da tenere in considerazione è la temperatura.

I vini bianchi secchi delle appellazioni Bordeaux, Pessac-Léognan, Graves, Entre-deux-Mers, Côtes-de-Bourg, Premières-Côtes-de-Bordeaux, Côtes-de-Bordeaux-Saint-Macaire, Sainte-Foy-Bordeaux, Côtes-de-Blaye, Graves-de-Vayres e Côtes-de-Bordeaux, e i rosé delle appellazioni Bordeaux-rosé e Bordeaux Clairet vanno serviti freschi (10° circa), non freddi, perché il freddo copre gli aromi, e abbinati a un antipasto di pollame, pesce, frutti di mare o a un piatto di verdure.

I vini rossi molto tannici delle denominazioni del Médoc (Saint-Estèphe, Pauillac, Saint-Julien, Margaux) vanno serviti a una temperatura ambiente di 18° circa e abbinati a piatti saporiti, come una costata di manzo o una succulenta bistecca alla fiorentina, selvaggina in generale, ottimo il cinghiale!

I vini rossi un po' meno tannici, come quelli delle denominazioni Graves, Libournais, Blayais, Bourgeais, Entre-deux-Mers sono da abbinare a piatti dal sapore un po' meno marcato, come il vitello, la colomba, il cappone.

Infine, i vini dolci delle denominazioni Graves-Supérieures, Premières-Côtes-de-Bordeaux, Graves-de-Vayres, Sainte-Foy-Bordeaux, Côtes-de-Bordeaux-Saint-Macaire e Côtes-de-Bordeaux e soprattutto i vini liquorosi delle denominazioni Barsac, Cadillac, Cérons, Loupiac, Sainte-Croix-du-Mont e Sauternes sono vini da dessert e, in quanto tali, da bere freschi (un po' più di 11°) e serviti con formaggi (ad esempio, il rochefort) o con dolci.