Prodotto aggiunto con successo al tuo carrello
Quantità

Saint georges SAINT ÉMILION AOC

SAINT GEORGES SAINT ÉMILION AOC

Saint Georges Saint Émilion AOC, situata a ovest della ridente cittadina medievale di St. Émilion, a Libourne, è una denominazione che si estende per 200 ettari su un paesaggio collinare adatto alla viticoltura, costituito da altipiani, colline e bassi pendii.

Precedentemente era chiamata "satellite della denominazione di Saint Émilion", analogamente a Lussac St Émilion, Puisseguin St Émilion e Montagne St Émilion. Nel 1936 i produttori di questa zona hanno ottenuto la concessione dell'AOC, aggiungendo il nome della loro cittadina a quello di St Émilion. Se è vero che per la loro produzione devono ricollegarsi a Montagne, rimangono comunque fedeli alla località di Saint Georges. Un piccolo vigneto in pendenza con esposizione a sud che garantisce un buon drenaggio e che vale la pena visitare, come l'intera zona di Saint Émilion del resto: è un vero patrimonio, classificato dall'UNESCO Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

L’AOC produce solo vini rossi, caratterizzati dalla tipicità del Merlot che conferisce eleganza e ricchezza aromatica. Il blend è completato da Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Malbec. Vini rossi potenti, corposi e pieni, interessanti da bere dopo qualche anno di invecchiamento in cantina. Probabilmente il miglior cru satellite di St-émilion, che sta diventando sempre più raro a causa della sua scarsa produzione.

DEGUSTIAMO? ACCORDI ENOGASTRONOMICI: Leggi tutto...

I BESTSELLER SAINT GEORGES SAINT EMILION

CANTINE IMPRESCINDIBILI

Chateau Ausone
Chateau Cheval Noir
Chateau Cheval Blanc
Chateau la Gaffeliere

TUTTI I NOSTRI VINI SAINT GEORGES SAINT EMILION

DENOMINAZIONE SAINT GEORGES SAINT EMILION

DEGUSTIAMO?
Nel bicchiere

Vini rossi Saint Georges Saint Emilion

VINI ROSSI

Colore rubino con sfumature intense dovute al Merlot (dominante); le tonalità annunciano un buon potenziale di invecchiamento. Al naso offre aromi di ribes nero, prugna secca, ciliegia, sottobosco, more, insieme a note animali (cuoio, selvaggina). Al palato è corposo, ricco di tannino e sufficientemente grasso da poter migliorare con il passare del tempo (5 o 6 anni), sviluppando sentori di frutta in confettura.
Nel blend il Merlot apporta eleganza raffinata e complessità aromatica, ma soprattutto definisce il colore e una notevole ricchezza alcolica.
Il Cabernet Franc conferisce una struttura tannica ben marcata e delle note leggermente speziate, mentre il Cabernet Sauvignon rafforza il potenziale di invecchiamento.
Temperatura di servizio: temperatura ambiente, da 16 a 18°C.
Potenziale di invecchiamento in cantina: da 5 a 10 anni.

ACCORDI ENOGASTRONOMICI
Il Saint Georges Saint Émilion a tavola

Vini rossi Saint Georges Saint Emilion

VINI ROSSI

Pollame (bollito di pollo, tacchino di Natale, petto d'anatra), selvaggina di piccola taglia (coniglio). Formaggi: Saint Nectaire, Brie, Pont l'Evêque...

PER SAPERNE DI PIÙ
Particolarità del Saint Georges Saint Émilion

Clima: I vigneti savoiardi godono di un'elevata esposizione a sud-ovest e di un paesaggio viticolo molto variegato. Il clima favorisce una buona maturazione delle uve grazie alle influenze oceaniche e mediterranee. La Vallée des Usses è caratterizzata da un suolo di morena pietrosa e molassa sabbiosa. La montagna du Chat comprende morene, marne ma anche pendii di ghiaioni. Questa tipicità del suolo si riflette nella freschezza e nella raffinatezza della denominazione Roussette de Savoie.

Alcune particolarità

La creazione delle classificazioni dei Grands Crus di Bordeaux risale al 1855. Una classificazione complessa che si è evoluta nel tempo integrando, a sua volta, le seguenti:

    - Classificazione di Graves
    - Classificazione di Saint Émilion
    - Crus Bourgeois du Médoc.

Così l'AOC Saint-Émilion Grands Crus vanta una propria classificazione per i suoi vini a seconda del châteaux. Recentemente, per i vini del Grand Cru AOC Saint-Émilion si sono distinte 4 categorie:

    - Saint-Émilion Grand Cru Classé
    - Saint-Émilion Grand Premier Cru Classé
    - Saint-Émilion Premier Grand Cru Classé A
    - Saint -Émilion Premier Grand Cru Classé B (per i chateaux che non hanno ricevuto la "distinzione A")

Classificazione di Saint Émilion

La storia di questa classificazione

Su richiesta del Syndicat de défense de l'appellation Saint-Émilion, nel 1954 l'Institut National des Appellations d'Origine (INAO) ha iniziato a classificare i vini di questa denominazione.

Particolarità

Il decreto stabilisce che l'INAO deve rivedere questa classificazione ogni dieci anni. Dal 1954 sono state effettuate 6 classificazioni. Questo sistema invita ciascuna di esse a continuare a impegnarsi per mantenere il proprio titolo.

I criteri

La sesta e ultima classifica, pubblicata il 6 settembre 2012, è il risultato di una nuova procedura, interamente sotto l'autorità dell'INAO, con il supporto dei Ministeri dell'Agricoltura e del Consumo. Viene stabilito sulla base di un punteggio di un minimo di 16 su 20.

La classificazione del 2012 si basa su 82 proprietà: 64 Grands Crus classés e 18 Premiers Grands Crus classés, di cui quattro classificate "A".

Vedi la classificazione degli chateaux sul sito ufficiale dei Vini di Bordeaux

State cercando anche: Lussac Saint Emilion, saint émilion, saint emilion, st émilion, st emilion, lussac-saint-emilion, saint émilion, saint emilion, st émilion, st emilion.



Selezioni vini di Bordeaux